Geloni alle mani: cosa sono e come curarli | Blog | Sanico

Geloni alle mani: cosa sono e come curarli

 

Con la fredda stagione che arriva e gli sbalzi di temperatura, si soffre spesso di geloni alle mani e ai piedi. È importante sapere come riconoscerli e saperli prevenire e curare. Ecco i geloni alle mani: cosa sono e come curarli.

Cosa sono i geloni

I geloni sono una reazione della nostra pelle che avviene quando le mani passano velocemente da una condizione di freddo a una di caldo in un breve lasso di tempo.

Il nome scientifico è eritema pernio ed è possibile riconoscerlo quando la pelle delle mani o dei piedi (e anche di altre estremità del corpo) manifestano rossore, prurito, dolore. I geloni sono causati da un’infiammazione dei vasi sanguigni e si manifestano soprattutto sulle dita.

Il corpo ha un meccanismo di termoregolazione che mantiene la temperatura attorno ai 37° C e in una situazione di freddo tende a proteggere gli organi più importanti lasciando minor ossigeno alle nostre estremità che sono tipicamente più esposte al freddo: mani, piedi, orecchie, naso, guance.

Questo meccanismo può portare a danni cellulari e del tessuto della pelle.

Geloni alle mani: cosa sono e come curarli

Come riconoscere i geloni

È possibile ritrovarsi un gelone sulla pelle se individuiamo zone arrossate, gonfie che provocano prurito e dolore. In casi più gravi anche ulcere e vesciche, soprattutto se la temperatura si alza repentinamente e ci si espone più volte al freddo. È possibile anche che uno o più geloni si manifestino nella stessa zona del corpo provocando l’ingrandimento dell’eritema e aumentando la sensazione di bruciore.

Quali sono le cause?

Le cause principali riguardano l’esporsi a situazioni di freddo o entrare in contatto con superfici esterne che raggiungono basse temperature. Chiaramente in montagna le probabilità aumentano per via del ghiaccio, della scarsa quantità di ossigeno ad alta quota; e anche l’umidità fa la sua parte.

Ci possono essere anche cause fisiche che predispongono il corpo al formarsi dei geloni come per esempio: il Fenomeno di Raynaud, carenze vitaminiche, fumo, alcool e altro.

Come curare i geloni: tutti i rimedi

In caso di lievi sintomi dei geloni è possibile curarli adottando semplici comportamenti quali:

  • bagnare la zona interessata con acqua tiepida;
  • leggero movimento per aumentare la temperatura corporea e migliorare la circolazione sanguigna;
  • coprirsi di più con indumenti caldi.

È da evitare invece, l’esposizione a fonti di calore che possono addirittura peggiorare le zone colpite.

Se non si notano miglioramenti visibili è consigliabile immergere la zona interessata in acqua ossigenata per circa tre volte al giorno, oppure chiedere in farmacia una pomata da applicare che possa ridurre l’infiammazione.

Sotto la prescrizione del medico, è possibile assumere cortisone e/o farmaci vasodilatatori.

La prevenzione dei geloni

Partendo dalle cause, la prevenzione diventa semplice. Abbiamo capito che la causa principale è l’esposizione al freddo. Pertanto, per prevenire è utile:

  • ridurre la permanenza in zone a bassa temperatura o quanto meno, coprire le zone maggiormente esposte.
  • bere spesso per evitare la disidratazione, meglio se sono bevande calde così da fornire al corpo calore e aiutarlo a regolare la temperatura.
  • usare creme idratanti per non screpolare la pelle
  • evitare di fumare e di bere alcool. Quest’ultimo, dà solo una sensazione di calore ma in realtà dilata i vasi sanguigni e agevola la dispersione di calore.

Cura e previeni quotidianamente la salute delle mani e dei piedi con i prodotti MQ Perfect. Per una manicure e pedicure professionale restando a casa.

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00