Cosa fare contro l’alitosi: 5 modi per combattere l’alito cattivo | Blog | Sanico

Cosa fare contro l’alitosi: 5 modi per combattere l’alito cattivo

In ascensore, alla scrivania, in riunione, a casa… L’alito cattivo può perseguitarti nelle situazioni più importanti e influenzare l’atteggiamento di chi ti sta davanti. A volte basta davvero poco, altre volte bisogna indagare per risolvere il disagio provocato dall’alitosi. Cosa puoi fare contro l’alitosi: 5 modi per combattere l’alito cattivo.

Cos’è l’alitosi

L’alitosi è il termine tecnico per definire l’emanazione dell’alito cattivo dalla bocca. È una condizione che può essere temporanea e provocata da alcuni alimenti ingeriti, o essere costante e diventare un vero problema per chi ne soffre portando il soggetto a una condizione di disagio sociale.

 

Nella maggior parte dei casi non è una condizione patologica e tendenzialmente ne soffrono gli anziani. Spesso è sufficiente masticare una gomma, lavarsi i denti o andare dal dentista.

Alitosi, igiene oralea

Quali sono le cause dell’alito cattivo

Nella maggior parte dei casi, le cause dell’alito cattivo sono banali e facili da prevenire:

 

  • Scarsa igiene orale
  • Parodontite
  • Cibi che contengono aglio e cipolla, o particolarmente speziati
  • Il vizio del fumo
  • Carie
  • Alcolici

Le cause più gravi, ma anche meno comuni dell’alitosi sono:

 

  • Acetonemia
  • Rinite
  • Tonsillite
  • Sinusite
  • Gastrite
  • Fibrosi cistica
  • Colite
  • Diverticoli esofagei

 

Cosa fare contro l’alitosi: 5 modi per combattere l’alito cattivo

L’atteggiamento giusto per risolvere il disagio dell’alitosi è andare per step ed escludere le cause che provocano l’alito cattivo.

 

 

Ecco cosa puoi fare contro l’alitosi in 5 punti:

 

 

  • Migliorare l’igiene orale quindi lavarsi i denti dopo ogni pasto, pulire bene anche la lingua e fare risciacqui con il collutorio e usare il filo interdentale per rimuovere ogni rimasuglio di cibo rimasto tra i denti.
  • Evitare anche di mangiare cibi particolarmente speziati, aglio o cipolla
  • Smettere di fumare e non bere alcolici prima di un appuntamento importante se non vuoi che l’alito cattivo si presenti al posto tuo appena pronunci il tuo nome.
  • Andare dal dentista per escludere che l’alitosi sia provocata da una scarsa cura della bocca e che quindi tra le cause ci siano carie, gengiviti o altro.

Sarà il dentista stesso a consigliarti gli strumenti più adatti per la pulizia, promuovendo anche una pulizia dei denti semestrale.

 

  • Bere molta acqua per rimuovere i batteri che si creano in bocca
  • Anche caramelle e gomme da masticare balsamiche sono utili per rinfrescare l’alito e aumentare la saliva che, deglutendo, porta via con sé i batteri che causano l’alitosi.

In alternativa alle caramelle e alle gomme da masticare balsamiche, che offrono una soluzione temporanea di qualche minuto contro l’alitosi, puoi provare le perle PaperMints CoolCaps: una soluzione per l’alito cattivo proveniente dalla bocca o dallo stomaco.

Alitosi: a chi rivolgersi per curarla

Se il dentista conclude la cura della bocca e l’alitosi, nonostante caramelle e gomme da masticare, persiste chiedi consiglio al tuo medico di base che saprà indicarti gli esami di approfondimento da fare per indagare tra le cause dell’alito cattivo.

 

 

 

 

 

 

Cosa puoi fare contro l’alitosi: 5 modi per combattere l’alito cattivo

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00